Tag Archives: diritti

Sotto la bandiera dei diritti

In occasione della giornata internazionale contro l’omo-bi-transfobia, possiamo a maggior ragione dire di essere orgogliosi di aver aderito alla rete RE.A.DY, la Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere. 
Stasera alle ore 20.30 siete tutti a VIlla Correr-Dolfin si illumina di rainbow, evento organizzato da FVG Pride per festeggiare questo traguardo e spiegare cosa comporta.

Ma cogliamo l’occasione di questa giornata per raccontare come siamo stati sempre, in questi cinque anni, sotto la bandiera dei diritti di tutti.
Abbiamo aderito alla convenzione con l’ordine dei notai per la raccolta delle Dichiarazioni anticipate di trattamento – testamento biologico; abbiamo aderito alla giornata mondiale contro la violenza sulle donne e a quella di sensibilizzazione all’autismo; abbiamo acceso villa Dolfin Rainbow in occasione del 17 maggio; abbiamo attivato il servizio di raccolta della dichiarazione di volontà per la raccolta di organi; abbiamo accolto l’invito del prefetto per dare ospitalità notturna ai richiedenti asilo, attivando anche corsi di lingua e formazione.

Di tutto questo siamo orgogliosi: questa è una gara che non vogliamo smettere di correre, migliorando invece le nostre prestazioni senza che nessuno rimanga indietro.

Buon Primo Maggio!

Auguri a tutti i lavoratori e le lavoratrici di Porcia.
Un grazie per come il loro impegno quotidiano fa crescere e prosperare la nostra città. Da parte mia l’impegno di proseguire con entusiasmo e determinazione nel cambiamento della nostra comunità.
Affinché la ricorrenza del 1 maggio non diventi una vuota rievocazione retorica dobbiamo però rinnovare il nostro impegno per la difesa non solo del lavoro, ma della qualità del lavoro, che significa riconoscere la possibilità per il lavoratore ad avere “una esistenza libera e dignitosa” come mirabilmente scritto nella nostra Costituzione.
Significa un lavoro “sicuro” non solo nel senso di “stabile” ma anche nel senso di libero da rischi per la salute e la stessa vita. Un lavoro senza discriminazioni di genere per realizzare pienamente l’inclusione della donna nella nostra società.”

Giuseppe Gaiarin