Tag Archives: Infrastrutture

Attenti a chi ha più bisogno

Oltre un quarto della popolazione di Porcia ha più di 65 anni, un cittadino su cinque ne ha più di 70: per loro in questi cinque anni abbiamo cercato di coordinare le forze dei sevizi pubblici e del volontariato, perchè nessuno fosse trascurato. 

Abbiamo riorganizzato il centro diurno dedicandogli nuovi spazi, aumentando la dotazione di personale, estendendo gli orari del servizio, riducendo le liste di attesa e aumentando il numero di persone ospitate. Abbiamo aperto lo sportello per gli amministratori di sostegno, sbloccato l’assegnazione degli alloggi dell’abitare sociale, consegnata la nuova sede al Centro anziani e dato spazio allo sportello per le associazioni di volontariato.
Infine, abbiamo avviato il processo per costruire a Porcia una casa di riposo pubblica. 

Ne parliamo domani all’incontro “La casa di riposo che vogliamo” alle ore 20.30 in Auditorium Diemoz (via Delle Risorgive 3).

Continuiamo il futuro dei fatti, non dei rendering virtuali

Un modo di amministrare mite, concreto, realistico, verificabile ma non per questo privo di idealità e grandi orizzonti: questo ha caratterizzato il mio mandato. Ed è per questo che abbiamo saputo cogliere di volta in volta le priorità cui dare risposta.

Bene lo sottolinea Cristina Bomben capogruppo della lista Porcia bene comune che con impegno ha supportato l’azione della mia amministrazione in particolare a S. Antonio: messe in sicurezza le scuole, portato nella frazione gli eventi culturali, aumentate le dotazioni del parco giochi, finanziata, progettata e al via la realizzazione della ciclabile di via Mamaluch, al via la progettazione della ciclabile di via Roveredo, finanziate, progettate e al via la realizzazione delle rotonde alle intersezioni della Pontebbana con via S. Antonio e via Roveredo.

C’è altro che manca? Certo, per questo continuiamo il futuro dei fatti, non affidiamoci ai rendering virtuali! Quelli lasciamoli al candidato leghista che ormai sembra vivere in un rendering della realtà.

Qui sotto l’articolo del Messaggero Veneto – Pordenone di oggi: